Archivio mensile:maggio 2011

Ma come ti vesti ?

Hai mai pensato al fatto che ogni mattina tra le varie attività una delle più solite e abituali è “decidere cosa indossare”?

Bene mi piacerebbe soffermarmi su questa attività che puntualmente, tutti i giorni svolgiamo con più o meno cura, impiegandoci più o meno tempo. In base a cosa scegliamo l’abito del giorno? Di certo in base al contesto e in base a come ci sentiamo! Si sente dire spesso che gli abiti che indossiamo influenzano il nostro umore e il nostro ruolo, vero?

Ebbene sì, ma la cosa ancora più interessante è che influenzano anche le reazioni altrui… Se l’abito che scegliamo è fuori contesto saremo guardati come alieni, se invece è non solo contestuale ma anche bellissimo saremo ammirati, se invece non ha nulla di particolare passeremo inosservati, se è sgualcino saremo criticati ecc. ecc. ecc.

Mi chiedo… Ma al mattino decidiamo anche quali emozioni indossare durante la giornata???  La risposta è sì.

Vi accennavo qualche settimana fa che siamo noi a scegliere le emozioni in base al significato che attribuiamo agli eventi per cui…

Questo vuol dire che al mattino così come scelgo di indossare jeans e maglietta oppure giacca e cravatta così scelgo di “indossare” serenità e tranquillità oppure tensione e rabbia.  Sembra un’assurdità ma così è…

È bellissimo durante i miei corsi quando si affronta questo argomento perché le persone iniziano a vestirsi davvero di emozioni e soprattutto è bellissimo poterle scegliere consapevolmente, così c’è chi sceglie al mattino di aprire l’armadio delle emozioni e di indossare una bella maglia di gioia con un pantalone di serenità, un paio di scarpe di grinta e un foulard di coraggio che non fa mai male…

Oppure c’è chi sceglie di stare più sul classico e quindi indossare un pantalone di sicurezza, una giacca di amore, una cravatta di vitalità e una camicia di gratitudine che sta bene con tutto. E così divertirsi con gli abbinamenti e magari fare anche le prove per sentire quale abbinamento sta meglio anche a seconda degli impegni della giornata. Sapete che anche se decidiamo di non scegliere di quale emozione vestirci decidiamo comunque? Il casino è che decidiamo di far decidere agli altri per noi e questo comporta non sentirci a nostro agio dentro quei vestiti, indossare emozioni che non sono buone per noi.

A volte le cose più semplici sembrano le più complicate solo perché non siamo abituati a farle ma una cosa è difficile solo fino a che non diventa facile e diventa facile solo se la facciamo diventare un’abitudine…

L’allenamento, la palestra è ciò che fa la differenza nella vita!

E tu?  Cosa hai deciso di indossare oggi?

Buona Vita!!!

Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere

Strano a dirsi ma questo titolo del famosissimo libro di John Gray risulta essere sempre più confermato.

Si è lottato tanto per l’uguaglianza tra uomo e donna ma oggi possiamo dire che si è leggermente esagerato.

Chi dice che uomo e donna sono uguali dice una grossa “castroneria”.

Veniamo da due pianeti completamente diversi: uno guidato dalle relazioni (quello delle donne) l’altro guidato dall’istinto, dalla pratica (quello degli uomini).

Comunicativamente parlando siamo diversi, basti solo pensare che nel cervello femminile le aree preposte alla comunicazione sono 4 volte superiori rispetto a quelle degli uomini… e questo non vuol dire che sia un bene  😉 Noi donne siamo fatte per relazionarci, creare contatti, parlare, parlare, parlare, parlare e quando abbiamo esaurito un argomento continuiamo a parlare, parlare, parlare, parlare….

Gli uomini sono molto più pratici, sono più proiettati alle soluzioni e quando noi ricordiamo loro che siamo arrabbiate perché “non ti ricordi?? …un mese fa, era un lunedì,tu eri appena tornato dal lavoro e non mi hai salutata con il solito bacio, invece che darmelo appena entrato me lo hai dato dopo che sei andato in bagno…..” e lui…”ehhhhh?????? ma quando?????”

Noi siamo molto più brave nell’interpretare e quindi a farci le solite “bip” mentali. Con questo non sto dicendo che loro siano meglio….. Il fatto che abbiano meno neuroni però li aiuta… 😉

Non posso non buttarla sul ridere ovviamente.

E’ un tema molto serio e proprio per questo mi piace parlarne col sorriso. Durante uno dei corsi specifici che tengo su questo argomento mi piace inscenare situazioni della vita quotidiana come ad esempio quando lui rientra a casa e alla domanda: ”ciao cara, come è andata oggi???”

Lei non aspetta altro per vomitargli addosso tutte le disgrazie della giornata:

“come è andata????? Si è rotta la lavatrice, il bambino ha vomitato sul divano nuovo, si è presentata tua madre senza avvisare… ecc. ecc. ecc”

E lui: ”La lavatrice? Non potevi chiamare l’idraulico????” …

“Ma credi che sia scema????”

Lo sa anche lei che poteva chiamare l’idraulico ma in quel momento non vuole soluzioniiiiiiiiiii,

vuole solo sfogarsiiiiiiiiiiii.

Sono delle sfumature che fanno però la differenza in un rapporto. Per cui le prossime volte potete o chiedere direttamente se vuole solo sfogarsi o vuole soluzioni oppure ascoltate soltanto e le uniche cose che potete dire sono…: ” ohhhhhhhh……. ahhhhhhh…….  ma daiiiiiii…… ma davvero??????????……” nient’altro!!!!!!!

Sembra assurdo ma la causa più frequente di separazione è proprio la mancanza di comunicazione, il non capirsi.

Credete che ne valga la pena fare un piccolo sforzo nel conoscersi meglio per salvare i rapporti? Io credo proprio di si!!!!

Buona vita!

Un sacco di gente vuole un sacco di cose…

La differenza tra chi vuole e chi ottiene sta nel “FARE”.
Da un po’ di anni si sente parlare tanto di Legge dell’attrazione, di pensiero positivo, di credere nelle cose cosi che magicamente succedono.
Il libro The Secret è diventato un punto di riferimento fortissimo per questo tipo di pensiero.
E’ incredibile come si trovi ogni alternativa ogni escamotage pur di non fare.
Mi spiego meglio…
Io sono in pieno accordo con il fatto che noi attraiamo a noi tutto tramite ciò che crediamo e ciò che pensiamo e una delle frasi che mi si sente ripetere più spesso è che siamo la somma dei nostri pensieri e delle nostre decisioni, per cui…
Ma da qui al rimanere in attesa ce ne passa di acqua sotto i ponti.
Dico solo che se a capo di tutto questo non ci mettiamo l’azione, il famoso “FARE” difficilmente si ottiene risultato. A volte mi trovo davanti ad alcune persone che mi chiedono soluzioni immediate, come se avessi la bacchetta magica e quando dici che l’obiettivo in questione si può ottenere con certezza, e che affinchè ciò avvenga c’è ovviamente da fare, strano ma ci si tira indietro …
Siamo davvero bravi ad allungare il processo di risoluzione!
Ma perché ciò avviene?
Ne parlavo qualche settimana fa…
E’ troppo comodo rimanere nelle nostre sicurezze e in ciò che per noi è l’abitudine ma se seguitiamo a fare le cose che abbiamo sempre fatto inevitabilmente otterremo gli stessi risultati.
Per ottenere risultati diversi bisogna cambiare rotta naturalmente perchè: se voglio veramente una cosa faccio di tutto per realizzarla.
In oriente si dice che non c’è cosa più spirituale dell’azione…
Allora cosa stiamo aspettando???
Definiamo chiaramente il nostro obbiettivo e… FACCIAMO !
Buona Vita!!!

Grande serata ad Ancona con Roberto Re

Oltre 400 partecipanti alla stupenda serata del 3 maggio 2011 al Klass Hotel – Melaluna di Castelfidardo.

Il gruppo HRD Marche di Rachele Di Bona ha presentato  One Night Seminar di Roberto Re per “Vincere la Sfida!”.

Tutti quei problemi che spesso ci appaiono insormontabili e irrisolvibili, limpidamente analizzati e illustrati dal grande Coach italiano, in chiave propositiva e a volte ironica, per poterli affrontare e vincere nella piena consapevolezza delle proprie potenzialità, risorse e capacità a volte sottostimate da noi stessi.

Una serata divertente ma soprattutto illuminante  e costruttiva per poter meglio relazionarsi e comunicare con i nostri partner, colleghi, amici, parenti, clienti…

Una grande momento che vede il suo naturale proseguo e approfondimento nel Programma Fly in svolgimento ogni settimana da HRD ad Ancona a cura di Rachele Di Bona e il suo staff.

fotoservizio Piazza Giornale di Ancona – www.sincronia.it

http://www.facebook.com/media/set/fbx/?set=a.10150183423459243.327997.135097019242

FAI BRILLARE IL TUO DIAMANTE ?


“La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati.
La nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura.
È la nostra luce, non la nostra oscurità che più ci spaventa.
Agire da piccolo uomo non aiuta il mondo, non c’è nulla di illuminante nel rinchiudersi in sè stessi così che le persone intorno a noi si sentiranno insicure.
Noi siamo nati per rendere manifesta la gloria che c’è dentro di noi, non è solo in alcuni di noi è in tutti noi.
Se noi lasciamo la nostra luce splendere inconsciamente diamo alle altre persone il permesso di fare lo stesso.
Appena ci liberiamo dalla nostra paura la nostra presenza automaticamente libera gli altri.”
Questo è uno dei brani che più di ogni altro ha fatto la differenza nella mia crescita.
Lo lessi tante volte ma mai come quando fu citato da uno dei protagonisti del film “ Coach Carter” toccò profondamente il mio animo.
E’ verissimo!
Tante volte rimaniamo bloccati,paralizzati dalla paura perché abbiamo paura di sbagliare o di fare brutta figura o di chissà che altro ma con il passare del tempo avendo la fortuna di incontrare centinaia di persone ogni anno mi sono resa conto che la nostra più grande paura è davvero quella di scoprire quanto siamo potenti.
Se ci rendessimo davvero conto del potere che abbiamo non avremmo più scuse per non fare,saremmo tra virgolette obbligati ad agire ed è proprio questo quello che più fa paura.
Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è già dentro di noi peccato che man mano che si cresce ci abbigliamo con vestiti che non sono nostri e li facciamo diventare la nostra pelle dimenticando che la nostra vera pelle è quella che c’è sotto,quella del grande coraggio di nascere,quella del grande coraggio di vivere in pieno le emozioni,quella del grande coraggio di sbagliare per crescere e sperimentarci sempre di più.
I grandi limiti che abbiamo ce li poniamo noi e solo noi,nessun altro per cui,memori del fatto che se lo abbiamo fatto una volta lo possiamo fare ancora armiamoci di quel coraggio che ci ha contraddistinti da bambini e torniamo a far risplendere quella meraviglia che siamo.
In ognuno di noi c’è un brillantissimo diamante,magari si è opacizzato nel tempo perché lo abbiamo messo da parte ma non è tardi per riportarlo alla luce di cui è capace.
Allora? Cosa decidi di fare ….
Diamo valore a questo splendido diamante o lo lasciamo opacizzare ancora?????
Buona Vita!!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: